La nostra riserva speciale: il Quartosole

La nostra riserva speciale: il Quartosole

Ci sono vini che più di altri raccontano l’anima delle cantine da cui nascono. Per noi di Tenuta Casali il vino che rivela una parte del nostro cuore è sicuramente il Quartosole, la nostra riserva di Sangiovese che porta in etichetta la denominazione di Romagna Doc all’interno della sottozona di Mercato Saraceno. E’ anche il nostro vino più premiato, che racconta l’evoluzione della nostra famiglia, la nostra visione personale e aziendale.

Il nome e la vigna: Quartosole

Forse non tutti sanno che il Quartosole deve il suo nome a un grande cavallo purosangue appartenuto in passato alla nostra famiglia. Allo stesso tempo il vigneto da cui nascono i grappoli di Sangiovese destinati a diventare Quartosole, impiantato nel 1990 su un terreno di medio impasto tendenzialmente argilloso (argilla bianca tipica del calanco romagnolo), si trova nel punto maggiormente esposto ai raggi del sole durante il corso delle giornate.

L’esposizione a sud est della vigna, situata nel terrazzamento fluviale più alto dei tre presenti a Mercato Saraceno, rafforza il nome il nome di questo vino, tanto legato alla terra in cui affondano le radici delle viti, quanto lo è alla luce che illumina le nostre colline.

Dalla vigna alla cantina: come nasce il Quartosole

Nell’omonimo vigneto i grappoli di Sangiovese, allevati a guyot e diradati per aumentarne la resa qualitativa, sono raccolti a mano nel mese di ottobre e sottoposti a un periodo medio lungo di macerazione prima di un riposo in barrique di rovere per 13/16 mesi e il successivo affinamento in vetro.

Profumi e sapori in un calice di Quartosole

Al suo caratteristico colore rosso rubino intenso si accompagnano profumi austeri di frutti neri e spezie, con accenti minerali e una nota balsamica ben riconoscibile. Un gusto pieno e persistente, insieme a un profilo strutturato ed elegante, lo rendono ideale per abbinamenti con piatti di carne rossa e arrosti.

A seconda dell’andamento climatico delle diverse annate possono risaltare maggiormente sfumature di erbe e menta, sentori di pepe e caffè, note di eucalipto. Ma spetta al palato di chi lo assaggia scoprire i segreti racchiusi in ogni annata!

Ciò che da sempre lo contraddistingue è il suo grande equilibrio, così come la capacità di attraversare il tempo mantenendo la tipica fragranza e aprendosi via via a sentori più evoluti. La trama tannica è setosa, una carezza ravvivata da un’anima sapida che ci regala una coccola nelle giornate invernali  più fredde.

Sapevi che il Quartosole è il nostro vino più premiato?

Ebbene sì. Tra guide di settore e concorsi enologici nazionali e internazionali, la nostra riserva Quartosole è il vino che nel corso del tempo ha ottenuto più riconoscimenti. Dal Premio Douja d’Or al Merano Wine Festival, passando dalla Guida ai vini d’Italia Vitae dell’Associazione Italiana Sommelier e dalla sua edizione regionale Emilia Romagna da Bere, sono davvero tanti gli attestati di eccellenza che questo vino ha ottenuto.

Recensito tra i migliori Sangiovese d’Italia da Slow Wine, Il Golosario e dalla Guida ai migliori vini d’Italia del Touring Club, il Quartosole ha saputo ritagliarsi uno spazio importante nella produzione enologica della nostra regione e non solo.

Ma, come diciamo sempre noi, l’annata migliore di Quartosole sarà sicuramente la prossima…